Passare sul desktop del sito

Stress da caldo

Heat stress

Le temperature elevate sono un fattore di stress per gli animali in allevamento, i quali non riescono più a controllare la propria temperatura corporea. Ciò ha conseguenze negative per la loro salute, con un calo immunitario e della crescita. È pertanto necessario assumere in tempo i giusti provvedimenti per prevenire lo stress da calore in suini, bovini, pollame e caprini.

Stress da caldo - Maiali

Lo stress da caldo è un problema che si verifica quando la temperatura si alza talmente tanto che il maiale non riesce più a tenere sotto controllo la propria temperatura corporea. Inoltre ci sono altri fattori, come l'umidità dell'aria e il clima della stalla, che possono influenzare quest’aspetto. Lo stress da caldo intacca la salute dei maiali, poiché la resistenza si abbassa e la crescita diminuisce. Quindi è necessario prepararsi bene nel gestire tempestivamente le temperature elevate. MS Schippers offre le basi per sostenere gli animali in questo periodo di stress da caldo.

Consigli di carattere generale

Un buon clima nella stalla è fondamentale per gestire bene lo stress da caldo; bisogna quindi allestire una stalla ben isolata dove la ventilazione ha un ruolo molto importante. L'aria fresca garantisce il mantenimento della temperatura ideale all'interno della stalla; questo può essere agevolato aggiungendo, ad esempio, dei ventilatori supplementari. Un altro aspetto di vitale importanza è quello di garantire sempre la presenza di acqua fresca sufficiente per abbeverare gli animali (da 10 a 15 °C). L'acqua serve a rinfrescare e quindi deve essere sempre disponibile, senza limitazioni, per tutti gli animali. Per questo bisogna controllare che vi siano sufficienti abbeveratoi e che l'acqua esca dagli ugelli in quantità sufficiente. Infine l'adattamento dei tempi di somministrazione del cibo può avere un effetto positivo: la digestione del cibo produce molto calore, quindi, somministrando il cibo nei momenti più freschi della giornata, l'assunzione del cibo sarà migliore e inoltre il cibo rimarrà fresco più a lungo, facendo così diminuire la propagazione dei germi.

Stress da caldo nelle scrofe

Con le temperature più elevate una scrofa mangerà meno cibo e quindi assimilerà meno sostanze nutritive. Questo porterà a una perdita delle prestazioni, che da una parte avrà come conseguenza una minore fertilità e dall'altra avremo una scrofa che produrrà meno latte e quindi i maialini cresceranno meno velocemente. Se durante i periodi più caldi diamo alla scrofa acqua fresca da bere in quantità sufficiente, avremo un effetto favorevole nell'assunzione del cibo e dell'acqua, nelle stime relative alla produzione del latte, alla temperatura corporea, al peso medio dei maialini durante lo svezzamento e alla loro crescita media (fonte: GD Diergezondheid). Inoltre si possono aggiungere degli integratori alimentari che supportino la scrofa nella fertilità (MS Piglet Boost).

Stress da caldo nei maialini e nei suini da ingrasso

Anche i maialini e i suini da ingrasso provano molta sofferenza e stress nei periodi caldi; il calore fa diminuire il consumo di cibo e quindi i suini assimilano poche sostanze nutritive. Questo ha come conseguenza una minore crescita e una minore assimilazione dei mangimi. Un coefficiente più basso nell'occupazione delle superfici, sufficiente acqua fresca da bere e l'irrorazione delle gabbie faranno sì che i suini soffrano meno il caldo. Inoltre si può aggiungere della vitamina C: si tratta di una vitamina antistress che influenzerà positivamente le condizioni dei suini (MS C Liquid).

Stress da caldo nei verri

A causa del caldo la qualità dello sperma di un verro si abbasserà. Non solo durante il periodo caldo, ma anche nelle settimane successive, il verro sarà ancora infastidito dal calore, e quindi la qualità sarà più scarsa. Con l'aggiunta di sostanze nutrienti aggiuntive, il verro può essere sostenuto in questo periodo e la qualità dello sperma verrà così preservata (MS Extase Completo).

Ventilatori

Con i ventilatori si può garantire una buona circolazione dell'aria; così facendo la temperatura nella stalla viene tenuta sotto controllo e quindi le conseguenze causate dal caldo rimangono limitate. Le posizioni, la dimensione e la quantità di ventilatori impiegati è molto importante per il risultato che si vuole ottenere; per avere dei consigli personalizzati contattateci!

Stress da caldo – Bovini

Lo stress da caldo è un problema che si verifica quando la temperatura e l'umidità dell'aria si alzano talmente tanto che la mucca non riesce più a tenere sotto controllo la propria temperatura corporea. La temperatura ideale per una mucca da latte è compresa fra -5 e 18 °C, oltre la quale una mucca si mostrerà meno attiva. Per liberarsi del calore, la mucca dovrà sudare e ansimare. Inoltre assumerà meno cibo e farà meno movimento per diminuire la produzione di calore. Questo porterà alla perdita di peso e a una minore produzione di latte.

Consigli di carattere generale

Una gestione corretta della stalla è di cruciale importanza per poter gestire bene lo stress da caldo. Il clima corretto della stalla e la disponibilità di acqua sono dei punti vitali che supportano gli animali nei periodi con temperature elevate. MS Schippers offre le basi per sostenere gli animali in questo periodo di stress da caldo.

Acqua da bere

Un aspetto di vitale importanza è quello di garantire sempre acqua fresca sufficiente per abbeverare gli animali (da 10 a 15 °C). L'acqua serve a rinfrescare e quindi deve essere sempre disponibile, senza limitazioni, per tutti gli animali. Per questo bisogna controllare che vi siano sufficienti abbeveratoi e che l'acqua esca dagli ugelli in quantità sufficiente. Si consiglia di avere nella stalla un abbeveratoio a flusso rapido (più di 25 litri al minuto) ogni quindici mucche o una tramoggia per mangimi (più di 50 litri e più di 30 litri al minuto) almeno ogni venti mucche. Fare anche in modo che le mucche abbiano subito sufficiente acqua a disposizione o comunque appena dopo la mungitura.

Gestione dei pasti

L'adattamento dei tempi di somministrazione dei pasti può avere un effetto positivo: la digestione del cibo procura molto calore, quindi, somministrando il cibo nei momenti più freschi della giornata, l'assunzione del cibo sarà migliore e inoltre il cibo rimarrà fresco più a lungo, facendo così diminuire la propagazione dei germi. Per prevenire i germi si può anche utilizzare un conservante (MS Wetfeed DF).

Ventilatori

Con i ventilatori si può garantire una buona circolazione dell'aria in una stalla per bovini; così facendo la temperatura nella stalla viene tenuta sotto controllo e quindi le conseguenze per la mucca causate dal caldo rimangono limitate. Le posizioni, la dimensione e la quantità di ventilatori impiegati è molto importante per il risultato che si vuole ottenere; per avere dei consigli personalizzati contattateci!

Igiene dei capezzoli

I germi si producono più velocemente con il caldo; quindi l'infezione nei box è più elevata del normale. É quindi importante che i box siano sempre mantenuti puliti e asciutti per ridurre al minimo il rischio di infezioni. Oltre a cambiare regolarmente lo strame, si possono utilizzare delle polveri igieniche per mantenere asciutti i box (MS DryCare).

Acidosi ruminale

A causa dello stress da caldo le mucche mangiano meno foraggio secco. Inoltre si riposano di meno e quindi masticano di meno; per questo potranno soffrire di acidosi ruminale. Per ridurre il rischio dell'acidosi ruminale si può utilizzare un tampone che mantiene sotto controllo il livello di acidità del rumine (MS Rumen Support).

Zoppia

Quando una mucca è sofferente per il caldo si sdraierà di meno perché così può rinfrescarsi meglio. A causa di ciò, gli unghioni devono sopportare un carico aggiuntivo e quindi aumenta il rischio di infezioni agli unghioni. Garantendo una ventilazione sufficiente e dell'acqua sempre disponibile si riduce il rischio di zoppia.

Stress da caldo nei vitelli

Anche per i vitelli le temperature elevate possono avere delle conseguenze negative. A causa della minore assunzione di cibo e di un maggiore dispendio energetico dovuto al processo di raffreddamento, le condizioni peggiorano e la crescita diminuisce. Aggiungendo della vitamina C supplementare si supporta la resistenza e l'assunzione di cibo (MS C Liquid).

Stress da caldo - Pollame

Lo stress da caldo nei polli si presenta in presenza di temperature alte (>25 °C) in combinazione con un'umidità dell'aria elevata. Visto che i polli non possono sudare e possono disperdere il calore solo attraverso le proprie vie respiratorie, essi sono molto sensibili alle temperature elevate. Il caldo fa diminuire l'assunzione di cibo; i polli da ingrasso quindi crescono meno velocemente e le galline depositano meno uova e di qualità più bassa. Altre conseguenze negative possono essere una resistenza ridotta o addirittura un tasso di scarto più elevato. Per prevenire queste conseguenze dovute allo stress da calore nel pollame, bisogna adottare le misure preventive corrette: MS Schippers offre le basi per sostenere gli animali in questo periodo di stress da caldo.

Consigli di carattere generale

Una gestione corretta della stalla è di cruciale importanza per poter gestire bene lo stress da caldo. Il clima corretto della stalla e la disponibilità di acqua sono dei punti vitali che supportano gli animali nei periodi con temperature elevate. Anche un'occupazione corretta degli spazi può aiutare a garantire lo spazio sufficiente a tutti gli animali.

Ventilazione

Una capacità di ventilazione sufficiente consente di mantenere sotto controllo la temperatura nella stalla, e quindi ridurre al minimo le conseguenze del calore. Controllare sempre che ci sia capacità sufficiente in rapporto al numero di animali presenti nella stalla e che tutto funzioni correttamente.

Acqua

Un aspetto di cruciale importanza per combattere lo stress da caldo è che l'acqua da bere sia sempre pura e fresca. Tutti gli animali devono avere sempre a disposizione acqua sufficiente. Inoltre l'acqua da bere è importante per dare agli animali delle sostanze nutritive supplementari che normalmente ricevono dal cibo.(MS Vitaminestoot + MS Microplus Extra).

Vitamina C

La vitamina C è molto importante per i differenti processi di metabolismo. Inoltre supporta l'assunzione del cibo, tiene l'umidità sotto controllo e riduce il livello di stress dei polli. Così i polli saranno più calmi, produrranno meno calore e soffriranno meno il caldo (MS C Liquid).

Idratazione corretta

A causa del caldo i polli perdono molti liquidi; quindi perdono anche molti sali minerali che causano insufficienza idrica. La somministrazione di elettroliti supplementari (sali) nell'acqua da bere fa in modo che venga ripristinata l'idratazione corretta nei polli (MS Freshmix). Così facendo si previene la disidratazione e la morte come conseguenza del caldo.

Vitamine e minerali

Una minore assunzione di cibo significa una minore assunzione di vitamine e minerali che sono essenziali per una buona crescita della produzione. Questo si può compensare somministrando queste sostanze nutritive supplementari attraverso l'acqua da bere. Per il fatto che i polli bevono di più, ricevono comunque sufficienti vitamine e minerali (MS Vitaminestoot & MS Microplus).

Gestione dei pasti

Per i polli da ingrasso e le galline da uova è preferibile sfruttare i momenti più freschi della giornata. Grazie a ciò si può aumentare l'assunzione di cibo e quindi gli animali soffrono meno il caldo. Questo si può eventualmente supportare anche adattando il sistema d'illuminazione.

Igiene

A causa delle temperature elevate i germi si propagano più velocemente; per questo è importante cercare di mantenere il più possibile asciutta la stalla. Questo si può fare utilizzando più strame o della polvere igienica che mantiene il più possibile asciutta la superficie della stalla (MS DryCare).

Stress da caldo - Capre

Lo stress da caldo è un problema che si verifica quando la temperatura e l'umidità dell'aria si alzano talmente tanto che la capra non riesce più a tenere sotto controllo la propria temperatura corporea. A partire dalle temperature superiori ai 25 °C la capra soffre il caldo e aumenterà la propria respirazione per disperdere il più possibile il calore. Più elevata è la produzione di latte, e più velocemente la capra soffrirà il caldo; una maggiore assunzione di cibo porta più velocemente a un aumento della temperatura corporea. Come conseguenza di questo aumento della temperatura interna la capra assume meno sostanze asciutte, e questo porta a una perdita di produzione e all'acidosi ruminale.

Consigli di carattere generale

Una gestione corretta della stalla è di cruciale importanza per poter gestire bene lo stress da caldo. Il clima corretto della stalla e la disponibilità di acqua sono dei punti vitali che supportano gli animali nei periodi con temperature elevate. MS Schippers offre le basi per sostenere gli animali in questo periodo di stress da caldo.

Acqua da bere

Acqua da bere fresca (da 10 a 15 °C) deve essere sempre a disposizione in quantità sufficiente per tutti gli animali. L'acqua aiuta a rinfrescare e a combattere i sintomi di disidratazione. Per questo bisogna controllare che vi siano sufficienti abbeveratoi e che l'acqua esca dagli ugelli in quantità sufficiente. Se necessario disporre degli abbeveratoi supplementari per soddisfare la richiesta degli animali.

Ventilatori

Il rinfrescamento supplementare portato dai ventilatori garantisce un clima più gradevole per le capre all'interno della stalla. Grazie alla circolazione dell'aria, l'aria calda viene spostata e la temperatura si abbassa. Eventualmente si possono anche utilizzare degli spruzzatori o nebulizzatori per garantire un rinfrescamento supplementare. Le posizioni, la dimensione e la quantità di ventilatori impiegati è molto importante per ottenere l'effetto corretto; per avere dei consigli personalizzati contattateci!

Gestione dei pasti

Somministrare i pasti nei momenti più freschi del giorno (di mattina e di sera) avrà come risultato un'assunzione di cibo più elevata, il che avrà un effetto positivo sulla salute degli animali e sulla produzione del latte. L'aggiunta di energia supplementare al cibo (MS KetProtect Goat) può anch'essa contare in queste situazioni. Per prevenire i germi nel cibo, si può miscelare un conservante nel carrello del cibo (MS Wetfeed DF); grazie a questo il cibo rimane fresco e buono più a lungo.

Acidosi ruminale

In presenza di temperature elevate le capre mangiano meno foraggio asciutto, respirano più velocemente e ruminano anche più brevemente. Così aumenta la possibilità dell'acidosi ruminale. Questo rischio può essere limitato aumentando la capacità del tampone del rumine mantenendo così sotto controllo il livello di acidità. Per questo si può utilizzare il prodotto MS Rumen Support.

Qualche domanda?

Siamo lieti di contattarla!

Schippers utilizza cookies. Se vuoi procedere, acconsenti all'uso di Cookies.

Please enable cookies.

Attenzione: Potrebbe esserci un errore di javascript.

Probabilmente alcune funzionalità sono bloccate nel tuo browser e non funzionano correttamente.

Le cause possono essere un browser obsoleto, oppure se utilizzi il browser in modalità privata/incognito.